92019 Sciacca (AG), Via Verona 7
TEL: 0925-24644. FAX: 0925-86274
centroradiologiarmtc@gmail.com

ANGIOLOGIA

Tel. 0925-24644 fax 0925-86274 Via Verona 7 - 92019 SCIACCA AG)

L’Angiologia è una branca della Medicina che si occupa delle malattie della circolazione.

Numerose sono le patologie che interessano sia i distretti arteriosi che venosi del nostro corpo: dalle comuni varici alla tromboflebite fino alle trombosi delle vene profonde, evento molto pericoloso per le conseguenze che può determinare (Embolia polmonare).

Le arterie degli arti e quelle del collo vanno spesso incontro ad alterazioni della parete con formazione di “placche” che tendono ad ostruirle, con le immaginabili conseguenze. Sono di competenza angiologica anche le patologie del microcircolo, dalla microangiopatia diabetica alle varie manifestazioni di tipo angiodistonico (perniosi, acrocianosi, fenomeno di Raynaud ecc.) ed alle malattie del distretto linfatico (linfedema, linfangite ecc.).

Sono soprattutto i diabetici, gli ipertesi, i fumatori e quelli che hanno alti valori di colesterolo, le persone più a rischio di contrarre la malattia.

Quando consultare l’angiologo

Un controllo strumentale dei vasi del collo e del distretto arterioso degli arti inferiori è necessario, anche in assenza di sintomi, nei soggetti diabetici, ipertesi, cardiopatici e nelle dislipidemie. Il fumo di sigarette è anch’esso un importante fattore di rischio cardio-vascolare.

Alcuni sintomi sono inoltre indicative di una patologia vascolare. Una gamba improvvisamente gonfia è nella maggior parte dei casi dovuta ad una trombosi profonda e la terapia va iniziata il più presto possibile. L’arrossamento delle gambe assieme al gonfiore può essere, la comparsa di “bolle” e la fuoriuscita di un liquido chiaro è spesso dovuta ad un linfedema o ad una linfangite. In genere accompagnata da febbre come nei casi di erisipela.

La “claudicatio intermittens”, cioè la necessità di interrompere il cammino dopo alcuni metri per la comparsa di pesantezza agli arti o di dolore franco, è nella maggior parte dei casi dovuta ad una arteriopatia obliterante. Anche in questa patologia è importante una diagnosi precoce ed una terapia appropriata.

L’ischemia cerebrale transitoria (TIA) è spesso il primo sintomo di una ischemia cerebrale. L’ecodoppler dei vasi del collo e l’ECD transcranico sono essenziali per una corretta diagnosi.


Ecocolordoppler (ECD)

Gli ecocolordoppler più moderni hanno un’alta risoluzione ed offrono una eccellente qualità delle immagini. Bisogna però tener presente che l’esame non è “standard”, come potrebbe essere una radiografia od un elettrocardiogramma, ma va eseguito a seconda del dato clinico-anamnestico del Paziente, con conseguente diagnosi ed indicazione terapeutica.

L’esame del circolo vertebrale deve ad esempio essere integrato con le manovre funzionali nel sospetto di una insufficienza vertebro-basilare dinamica o mediante le manovre di attivazione nel sospetto di una sindrome da furto della succlavia.

Il deficit di circolo periferico (arteriopatia obliterante) va in alcuni casi valutato con il test dell’iperemia reattiva post-ischemica e le incontinenze del circolo venoso superficiale e profondo con paziente in piedi e durante la manovra di Valsalva. L’esecuzione pertanto di un esame strumentale standard in assenza di una valutazione clinica del Paziente è scarsamente significativo.

L’ECD “standard” senza una valutazione clinica del paziente è un atto incompleto (G.M. Brishkausen – Lancet 2016).

“Qualsiasi strategia, chirurgica e non, non può prescindere dall’analisi clinica del paziente (A. Garwold – Circulation 2018) .”


CASI CLINICI:

Prestazioni eseguibili

Visita angiologica 897ANG
Visita di controllo angiologica 8901ANG
Ecocolordoppler del distretto arterioso degli arti inferiori
Valutazione anatomica ed emodinamica – Stadiazione delle arteriopatie obliteranti
88772I
Ecocolordoppler del distretto venoso degli arti superiori
Valutazione del circolo refluo – Eventuale presenza di lesioni trombotiche o di reflussi patologici
88772S
Ecocolordoppler dei Tronchi sovraortici (alterazioni anatomiche dei vasi e del decorso Kinking / Coiling) – Presenza di lesioni ateromasiche – Consistenza della placca e valutazione della percentuale di stenosi – Valutazione del circolo vertebrale con manovre di attivazione 88735
Colordoppler Transcranico per la valutazione anatomica ed emodinamica del Poligono del Willis 88713
Ecocolordoppler scrotale per la diagnosi di varicocele
Ecocolordoppler penieno per la diagnosi della disfunzione erettile
Ecocolordoppler dell’Aorta addominale per la valutazione di eventuali ectasie o aneurismi
Ecolordoppler delle arterie renali nell’ipertensione nefro-vascolare